-

La cultura a casa

La cultura a casa: MuseoOristano, Pinacoteca, Antiquarium, Biblioteca, Archivio e Sartiglia

Continua l’offerta culturale dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Oristano e della Fondazione Oristano che, a un mese dall’inizio delle regole che costringono in casa i cittadini, hanno moltiplicato i sertvizi, diversificando la proposta e gli strumenti offerti, per intrattenere, incuriosire e informare i numerosi utenti sul web e sui diversi profili social.

Per il Sindaco e Presidente della Fondazione Oristano Andrea Lutzu e per l’Assessore alla Cultura Massimiliano Sanna “è fondamentale proseguire nell’azione culturale anche in questo periodo in cui tutti siamo esortati a rimanere a casa. Per questo gli operatori delle strutture culturali stanno continuando la loro opera dalle proprie case, perché anche grazie al supporto dei mezzi di comunicazione e social, ognuno di noi possa arricchire il proprio bagaglio culturale e conoscere tanti aspetti storici, artistici e tradizionali della nostra città”.

Tanti i viaggi virtuali possibili attraverso la piattaforma www.museooristano.it, il museo digitale della città che ogni settimana pubblica nuovi contenuti e tematiche sulla storia, i monumenti e le usanze legate alla vita cittadina e alle tradizioni religiose. Attraverso la fan page www.facebook.com/MuseoOR/ e il profilo Instagram www.instagram.com/museooristano le informazioni vengono ripostate e condivise raggiungendo un pubblico più ampio e diversificato.

L’Antiquarium Arborense ha incrementato notevolmente l’offerta culturale attraverso la fan page facebook www.facebook.com/MuseoArcheologicoAntiquariumArborense/ e il profilo Instagram; ogni settimana la rubriche “Il reperto della settimana” e “ArcheoQuiz” permettono di approfondire interessanti argomenti legati all’archeologia e alla storia dei tesori custoditi nel museo cittadino. Non mancano i giochi, le curiosità per grandi e piccoli; un continuo laboratorio di idee e iniziative che partecipa con entusiasmo alle svariate challenge 2.0 che imperversano sui social, rafforzando la vicinanza con le altre strutture museali del territorio, fortificando così il concetto divenuto lo slogan principe di questo difficile periodo “distantimavicini”.

Cresce anche la produzione multimediale che grazie al lavoro del direttore e curatore del museo Raimondo Zucca, con la collaborazione del personale museale, ha permesso di raccontare aneddoti sulle vicende del passato del nostro museo; questi giorni diventano l’occasione per conoscere di più la nostra storia, anche attraverso dei contenuti video accessibili dal profilo FB e sul canale You Tube del museo https://www.youtube.com/channel/UCfIoBHcDFYNF78mAxLwasrg e lo dimostrano le visualizzazioni che sono state raggiunte dai video, con una copertura totale di oltre 10 mila utenti a cui si uniscono le condivisioni e le interazioni.

Continua la produzione di nuovi contenuti e schede informative anche da parte dell’Archivio Storico Comunale www.facebook.com/archiviostoricocomuneoristano e della Pinacoteca Comunale Carlo Contini attraverso la pagina ufficiale comunale delle iniziative culturali e degli eventi www.facebook.com/OristanoCulturaEventi/.

“La chiusura delle strutture – sottolinea l’Assessore Sanna - non impedisce di continuare a erogare servizi ai cittadini e a far sentire la vicinanza dell’arte e della cultura anche in questo momento complesso, anzi ora più che mai è importante che la cultura non si fermi e che i luoghi della cultura siano sempre vivi e pulsanti”.

Anche la fan page Sa Sartiglia ha moltiplicato i contenuti legati alla giostra: attraverso immagini e video la Sartiglia rivive tutto l’anno e con lei l’emozione e il coinvolgimento dei follower. Inoltre quest’anno le emozioni di Sartiglia continuano anche attraverso la poesia; è infatti ancora aperto il concorso di poesia bandito dalla Fondazione Oristano, al quale è possibile partecipare con un componimento poetico dedicato alla giostra equestre oristanese. Regolamento e domanda di partecipazione al concorso sono disponibili sul sito www.sartiglia.info.

Grande successo anche per il servizio di prestito gratuito con consegna a domicilio di libri e audiovisivi organizzato dalla Biblioteca Comunale. A oggi sono numerose le richieste arrivate, a testimonianza del fatto che tutte le fasce di popolazione, dalla più giovane alla più anziana, hanno apprezzato l’iniziativa dell’Assessorato alla cultura che risponde a un bisogno di cultura e formazione permanente, ricordando che anche la cultura è un bene di prima necessità.